Attenzione: durante il periodo Natalizio le consegne potrebbero richiedere dei tempi più lunghi a causa dell'elevata mole di lavoro per i corrieri.

Uno zainetto per la scuola o per il tempo libero: tante idee per crescere insieme

Prima di diventare mamma avevo molte convinzioni e idee tutte mie riguardo all’educazione dei figli e come tutte pretendevo che le mie parole fossero vere: “mai un tablet o un dispositivo alla mia bambina” – “mai cibo spazzatura”- “mai dormire nel lettone”, e tante altre “leggi severe” che oggi, con una bambina in casa, mi fanno ridere solo a scriverle.

In realtà ho capito che è normale partire con dei principi ben precisi, ma che è altrettanto normale capovolgerli con l’esperienza diretta. L’importante è riuscire a trovare dei giusti compromessi che possano al tempo stesso favorire la crescita del bambino senza eccessive ansie, sia per la mamma che per il figlio.

È così che nella mia avventura di mamma ho finito per trovare una giusta via di mezzo a tutto questo, come spiegherò via via nei post a venire.

Tablet e smartphone ai più piccoli: meglio evitarli?

In questo articolo vorrei parlarvi dei passatempi per i più piccoli e di come gestire in maniera organizzata e sana il loro divertimento. Troppo spesso, per comodità e per semplicità, ci affidiamo infatti a smartphone e tablet, i tanto amati e odiati dispositivi elettronici, utilissimi per molti aspetti ma se usati in maniera errata anche pericolosi.

Soprattutto quando si parla di bambini, si sa che il loro uso può danneggiare anche gravemente i più piccoli e che non ci sono certezze riguardo al loro utilizzo in lunghi periodi. È per questo motivo che gli esperti sconsigliano di far giocare i propri figli con cellulari e tablet. Non sto dicendo di non dare un dispositivo al nostro bambino ma se lo facciamo siamo consapevoli e quando proprio non possiamo farne a meno: la realtà, come sappiamo noi mamme, può essere a volte più complicata del previsto e un piccolo aiuto tecnologico ci può togliere dai pasticci, senza contare che tra le innumerevoli app disponibili negli store sono presenti anche tanti giochi creativi e intelligenti, che a piccole dosi possono stimolare la fantasia dei nostri bimbi!

Proprio per evitare di cadere nel tunnel dei giochini elettronici, comunque, ho cercato qualche altra soluzione che potesse aiutarmi a gestire al meglio i momenti di noia di mia figlia senza complicare le altre mie attività quotidiane. Soprattutto quando siamo in giro in macchina o in ambienti non a misura di bambino, per esempio, un’alternativa comoda può essere utilizzare uno zainetto da far portare al piccolo di casa, con dentro tutti i suoi “beni necessari”. Qualche gioco, un libro, dei simpatici peluche o piccole costruzioni per intrattenere il bimbo in tutti quei momenti morti, come in viaggio, al ristorante ecc., in cui, come sappiamo benissimo, la noia prende il sopravvento!

Pecora di peluche Lotta di Legler

Pecora peluche Legler

Una tenera pecorella in peluche, morbida al tatto e ideale per accompagnare i più piccoli nel lettino, nella carrozzina o durante il gioco. Può essere portata dal bambino anche fuori casa per avere sempre con sé una fidata compagna di giochi.

Prezzo: € 8,99

Perché sceglierla? I peluche Legler sono assolutamente sicuri, realizzati con materiali certificati e privi di parti pericolose, dunque sono adatti anche ai bambini più piccoli, che possono utilizzarli in ogni momento della giornata.

Preparare lo zaino coi nostri figli: un importante momento di condivisione

Al di là di dove si andrà e di cosa porteremo dietro, invogliare il bambino a preparare lo zaino con i suoi oggetti preferiti prima di uscire, per poi lasciarlo a sua disposizione sarà un modo per stimolarlo e impegnarlo per tempi anche abbastanza lunghi.

Un primo passo da questo punto di vista è proprio il momento della preparazione dello zainetto, nel quale il piccolo si sentirà parte integrante degli impegni dei genitori e cercherà di partecipare a modo suo all’inserimento dei diversi oggetti. Tutto questo ha solo del positivo, poiché permette di responsabilizzare il bambino, facendolo sentire partecipe della famiglia: in quel momento in cui tutti prima di uscire prendono qualcosa, per esempio, anche lui avrà il suo compito e si sentirà protagonista di ciò che accade in casa.

A ciò va aggiunto che, avendo lavorato attivamente alla fase preparatoria, il bambino sarà ancora più attratto dall’idea di portare lo zaino con sé e si sentirà più responsabile nei confronti del suo “prezioso scrigno” personale.

Cosa portare nello zainetto dei propri figli

Come detto, lasciare che il bambino porti con sé uno zaino personale quando usciamo di casa può essere anche un ottimo intrattenimento, per esempio in macchina, un posto in cui i più piccoli spesso iniziano ad annoiarsi già dopo pochi minuti. Con lo zainetto a sua completa disposizione, il bimbo, infatti, sarà così preso dall’attività di prendere e posare i vari giochi, utilizzandoli in maniera alternata, da dimenticare tutto il resto.

Non solo, lo zainetto può essere molto utile anche per portare la sua piccola borraccia di acqua o la merenda e qualche fazzoletto o ancora un cambio o una maglietta per quando fa più freddo, il tutto combinando l’utilità e l’essenzialità degli oggetti al fatto di condividere con il piccolo sia il momento della preparazione della borsa che la scelta di ciò che occorre al momento.

Lo zainetto per l’asilo: cosa è utile portare a scuola

Per i bambini che frequentano l’asilo, talvolta già nel primo anno di vita, lo zainetto è un qualcosa di necessario. È qui, infatti, che la mamma colloca tutto l’occorrente affinché il piccolo possa ricevere tutte le cure necessarie nelle ore di scuola: una bottiglietta con l’acqua, un portamerenda, un piccolo asciugamano da utilizzare in caso di cambio pannolino, sono tutti beni essenziali in questa fase.

Per esperienza personale, ritengo molto importante far vivere anche in questo caso il momento della preparazione dello zaino ai propri figli, che così impareranno sin da subito a riconoscere l’utilità dei vari oggetti e, magari, le differenze tra contenitori di colori e forme diverse. Fondamentale, poi, soprattutto quando si parla di oggetti a contatto col cibo, è la scelta di prodotti realizzati in materiali di ottima qualità, privi di sostanze tossiche. In questo senso, non potevo non innamorarmi dei portamerenda Eco Rascals realizzati in bambù e con coperchio in silicone alimentare, che mi permettono di far portare alla mia piccola all’asilo snack di varia natura: funzionali, sicuri e anche esteticamente belli, non potevo chiedere di più!

Portamerenda per bambini in bambù e silicone Eco Rascals

portamerenda per bambini verde

Un’ottima soluzione per portare sempre con sé gli snack per i propri piccoli e avere dunque una merenda genuina a portata di mano.

Prezzo: € 21,50

Perché sceglierlo? La base è realizzata in bambù coltivato senza l’uso di pesticidi, completamente riciclabile e biodegradabile, mentre il coperchio è in silicone alimentare e non contiene BPA, PVC, piombo e ftalati. Tutto ciò si traduce nella massima sicurezza e praticità per tutta la famiglia.

Dove acquistare lo zainetto: una scelta ecosostenibile è possibile

Da mamma attenta ai temi ambientali, inoltre, non potevo non mettere al primo posto anche l’idea di comunicare un messaggio importante a mia figlia. Ecco perché, se la scelta dello zainetto è pensata e curata come quella che ho fatto io, optando una marca ecosostenibile e rispettosa del nostro pianeta come Affenzahn, potremo trasmettere questi valori anche ai nostri piccoli, che ci prendono come esempio nelle piccole e grandi azioni quotidiane.

L’azienda tedesca, infatti, oltre a proporre zaini, astucci e borse carinissimi, grazie alla scelta di simpatici animali curati nel minimo dettaglio, si caratterizza per l’utilizzo di materiali riciclati e, in particolare, di plastica riciclata, per un processo produttivo che riduce gli sprechi d’acqua del 20%, il consumi di energia del 50% e le emissioni inquinanti del 60%: non poco in un’epoca come la nostra, fatta di grandi problematiche ambientali.

Anche se a qualcuno può sembrare strano, già nei primi mesi di vita i bambini sono fortemente influenzati dal nostro modo di fare e, anche sembrano non ascoltare tanto le parole che diciamo, sanno associare perfettamente toni ed emozioni. Ecco perché parlando e agendo con loro, riusciremo a trasmettere valori importanti e a porre le basi per una crescita sana e responsabile, che diventerà il primo mattone per aiutarli a diventare adulti attenti a se stessi e al mondo che li circonda.

>>> Scopri zaini e borse all’interno della relativa sezione del nostro catalogo: potrai trovare tante proposte interessanti e idee regalo per sorprendere i piccoli di casa! <<<

Zainetti Lilliputiens morbidi a forma di animale

zainetto morbido marius

Morbidissimi e colorati, i nuovi zainetti del marchio belga accompagnano l tuo piccolo sin dai primi mesi, all’asilo e fuori casa, permettendogli di portare sempre con sé snack, giochi e tanto altro.

Prezzo: € 27,50

Perché sceglierli? Gli zainetti realizzati dall’azienda belga Lilliputiens sono pratici, curati nel minimo dettaglio e rispettosi dell’ambiente, come certificato dall’attestazione GRS per l’utilizzo di materiali derivanti da riciclo.

Articolo a cura di Tina Amabile

>>> Leggi anche: Bagnetto del neonato: come farlo in sicurezza e allegria <<<

Leave a Reply